“Come posso io? Non celebrarti vita? Oh, Vita!!!! Oh, Vita!!!”. La storia di latte di Sabrina, di Gaia…e di Lorenzo <3

Storie di latte sos allattamento

Taglio le verdure con un sorriso diverso dal solito. Un sorriso che è un misto tra serenità, felicità, soddisfazione… nella mia cucina risuonano canzoni dolci ed io canticchio. Si, oggi è una splendida giornata, sto preparando il primo brodino per la mia stellina Gaia. Mi guardo indietro e mi domando come siano potuti passare così velocemente sei mesi. In realtà, certi periodi sono stati cupi, bui e sembrava di stare in un buco ma… è inutile ripenso al primo novembre…

Di corsa all’ospedale ed un parto molto veloce, appena vedo Gaia tra le braccia delle ostetriche sono felice come non mai. Penso subito, “ho due bambini!”.

Sono mamma di Lorenzo, che ha sei anni, ma la consapevolezza di essere mamma la seconda volta mi fa vivere tutto amplificato. Dal primo sguardo posato su Gaia rivivo i momenti vissuti con Lorenzo. Mi sento una mamma elevata alla seconda (mannaggia a me e alla mia mente matematica).

(altro…)

Continua a leggere

Mia sei unica…La storia di latte di Elena e della piccola Mia…

 

Mia sei UNICA!! Dopo tanta attesa finalmente arrivi tu..piccola indifesa ranocchietta e subito senza neanche darci il tempo di dirci “ciao” inizia il nostro “lavoro”..

La bimba è piccola, mi dicono, deve alimentarsi!! Ricordo la tua testa schiacciata sul mio seno dalle mani delle infermiere forse un po troppo insistenti, il tuo pianto e la mia agitazione che saliva,ma tu, piccola Mia non ce la facevi, eri un po deboluccia e la tua forza non era abbastanza per tirare fuori quel capezzolo retroflesso che avrebbe dovuto darti il tuo primo cibo…

Così la prima notte subito la giunta di latte artificiale con il biberon..e poi i giorni a seguire attaccata notte e giorno ogni due ore al tiralatte, arriva la montanta ma tu ancora non ce la fai..

(altro…)

Continua a leggere

Il nostro primo Natale di latte?.

Era l’alba di una mattina d’estate, il temporale rompeva il silenzio e senza pensarci troppo decisi di fare quel test senza sapere che quel “+” avrebbe definitivamente cambiato la mia vita.
Lacrime di gioia e di paura… e tu eri lì ed in fondo, in fondo lo sapevo già.
Sei nata in una giornata di sole invernale… Con un parto dolce e bellissimo, con il tuo papà che ti ha aiutata a far capolino e che immediatamente si è innamorato di te. Ricordo te fuori di me… In un istante il pancione non c’era più, tu eri al mondo ed io da “doppia” ero diventata “metà”.

(altro…)

Continua a leggere