Vorrei poter fermare in uno scatto la perfezione del noi…la storia di latte di mamma Diana e del piccolo Tommaso

 Nei 9 mesi in cui ti ho atteso l’ho immaginato e ho pregato di poterti allattare ma nessun sogno, nessun pensiero ha mai potuto eguagliare la realtà. Inizialmente è stato difficile, tu cucciolo non ti attaccavi proprio bene e facevi un sacco di fatica ma entrambi eravamo motivati e non abbiamo mollato, ci siamo impegnati, abbiamo chiamato Monica di Sos allattamento e ci siamo allenati e dopo una settimana tutto ha incominciato a funzionare e ogni giorno andava sempre meglio. Nessun occhio all’orologio, allattamento a richiesta, nessuna ansia da bilancia solo la voglia di capirci e condividere un momento magico nostro; ovunque fossimo se tu ne avevi bisogno io ero lì per te. Vorrei poter fermare in uno scatto la perfezione del noi, la meraviglia del tuo sguardo, la dolcezza del tuo sorriso e quella goccia di latte che vuol dire “grazie mamma, sono a posto così” e poi quel profumo, inimitabile perfetto fatto di me , di te e di latte. Tu che appoggi la tua manina sul mio cuore ogni volta che mangi,tu vorace e coccolone che trovi pace e serenità tra le mie braccia nutrendoti di puro amore; tu che se sei sazio ti stacchi di colpo e ti appoggi sul mio seno per continuare a dormire con quel velo lucido che lascia il latte sulla guancia. Tu che vuoi sempre stare sul mio cuore, battito nel battito, cuore a cuore Tu che ogni tanto ti blocchi mi guardi con i tuoi meravigliosi occhioni blu e mi sorridi, ecco quel sorriso e quell’amore sono indescrivibili e vorrei fermare questo momento perché so che finirà e Dio mi mancherà da morire. Tu che ti aggrappi alla mia maglia come ti sei aggrappato alla vita Tu che mi tieni stretta la mano mentre cadi lentamente addormentato e mi tieni li vicino a te Tu che di notte inizi a muoverti emetti dei piccoli lamenti dolci , con la tua manina mi cerchi e appena mi avvicino a te trovi pace mangi e poco dopo ricadi nel tuo pacifico sonno Sapevo che allattare era un momento magico fatto di un binomio inimitabile….ma la teoria non si avvicina minimamente alla realtà: se mi dicessero che posso fermare il tempo io lo fermerei qui io te e il più grande atto d’amore, nutrirti non solo di cibo ma di presenze, di amore, di certezze , di ascolto, di bisogni. Io nutro te ma tu tesoro mio stai nutrendo me Mai potrò ringraziarti e spiegarti quanto mi stai dando, quanto amore mi doni ogni giorno, quanto c’è racchiuso nei nostri sorrisi. Grazie Tommaso per questo amore fatto di te di me e di latte…. E ora mi perdo di nuovo a guardarti dormire sereno sazio e felice e sapere che il merito è un po’ mio da un senso alla mia vita.