Questa è la mia storia …la storia di Jessica.

Questa è la mia storia …
Di una ragazza piena di dubbi ,di paure … che la prima volta che ha avuto un ritardo , le tremavano le gambe in attesa che quel test le dicesse che cosa sarebbe diventata ….
Ed qui che comincia il mio viaggio …. 3+ SEI INCINTA ! Tra 9 mesi sarai mamma !!!
Non sto nella pelle , salto , urlo , abbraccio mio marito .. sono felice , chiamo mezzo mondo , tutti devono saperlo … !!
Passato l’entusiasmo iniziale cominciano anche le nausee mattutine , i capogiri, il sonno, la fame infinita  e poi la bilancia che ti aspetta che sembra godere ogni volta che ti segna qualche kg in più…

Cominciano anche i parenti, le amiche , e persino i perfetti estranei a metterti addosso strani pensieri … ” vomiti? Allora è maschio? ”
“Sei ancora bella in viso … sicuro non è femmina ..” “hai già pensato al nome? E il parto? Farà malissimo sappilo… “il corredino hai ho fatto la lista nascita ??” uffa che palle !
Ma va beh … io sono sempre stata una che si lascia scivolare tutto di dosso molto facilmente …. e quindi arriva il mio appuntamento al buio, puntuale come un orologio 41+1 Jacopo, lo scricciolo di mamma 2.900 kg … dopo 16 lunghe ore di travaglio , e 20 minuti di spinte , finalmente ce l’ho li tra le braccia … sono mamma ♥️ e mó che si fa? … e si sono un po’ impacciata perché “non si nasce mica imparati” come dicono nella mia bedda Sicilia …
Provo ad attaccare sto scricciolino.. ma lui è pigro, i miei capezzoli non collaborano e il mio seno è troppo grande , alcune ostretriche del nido mi aiutano ,altre un po’ meno… mi sento una nullità, il mio bimbo non si attacca al seno e io non sono una brava mamma …
Però sta creatura deve mangiare , e quindi LA …
Mi dimettono dall’ospedale e mi consigliano che latte dargli e nessuno che mi abbia menzionato il tiralatte.
Dopo quattro giorni io mi sveglio e ho le tette che sono GIGANTI! Calde , dure e piene di vene oh mio dio ma che mi succede !!!
Niente tesoro hai solo una montata lattea con gli interessi .
  Lo attacco dai questo è il momento giusto ho il latte , figurati ora si attacca eccome … eh no.. invece no … perché nessuno mi aveva detto che mio figlio dopo 4 giorni di bibe col piffero che faceva scambio con la tetta.
OK però io mi devo aiutare e faccio un giro di chiamate e qualche ricerca su internet (eh si non conoscevo ancora San Monica Bielli)
Scopro che esiste un attrezzo molto utile : il tiralatte elettrico !!! evvai!!!
Mia suocera corre a comprarmelo, si perché non tutte sono brutte e cattive . E così tiro, tiro… tiro… 200 ml ..ebbè mica male … glielo do .. e gli piace !!!!
Così per 3 mesi ogni 2 ore mi mungevo come una mucca della pederbona poi per magia un giorno decido di attaccarlo, e si ciuccia ! Prende sia la tetta che il bibe … proseguo fino agli 8 mesi con allattamento misto con  il mio bimbo cresce e io sono serena.
Passano due anni e mezzo , la ragazza insicura ha lasciato il posto a una giovane donna , più sicura di se , che sente che è giunto il momento di cercare una compagnia per Jacopo … e così dopo 2 mesi rimango incinta. Siamo felicissimi di nuovo , ma questa volta , più rilassata , più serena , con meno paure , meno ansie .. è il secondo sai già a cosa vai incontro e quindi te la vivi diversamente. Il tempo  passa veloce , perché le giornate a badare al primo non ti danno tempo di stare lì a fantasticare però hai lo stesso le nausee, il sonno e la fame ma devi reagire non puoi buttarti giù … E con la forza trovata chissà dove, ti occupi di tutto.   Ieri hai fatto il test, oggi sei già alla scadenza  Ma perché ho paura adesso?? Fino a ieri ero serena… mi capita anche di aver paura di partorire … oh santo cielo che mi sta succedendo ???
Piango se guardo mio figlio il primo , mi sento in colpa .. e se poi mentre sono in ospedale lui piange ?  mi odierà , sara geloso !!?
Comunque è inutile che mi faccio le seghe mentali siamo a 41+1 … eh… non succede niente. Primo monitoraggio … niente … 41+3 secondo monitoraggio e ecografia.  Trovo una ginecologa bravissima , mi tranquillizza e mi prova a dare una mano per “movimentare un po’ la situazione . Torno a casa , tutto bene. Pranzo e mi metto sul divano,vado in bagno , sangue… oddio ! ah si me l’aveva detto che potevo avere qualche perdita marroncina ! Passano le ore … si fa sera , cambio il maggiore , chiedo a mia mamma di restare a dormire a noi . Mi sento strana … vado a letto , mi addormento …
Mi sveglio , perché una contrazione mi arriva e anche bella forte.  Chiamo mio marito “ci siamo prendi la valigia andiamo” .
Ospedale , contrazioni sparite … ammazza che figura di meschina , penso!!  Un secondo figlio e nemmeno riconosco il travaglio. Ore 2:55 del mattino , mi visitano ” contrazioni prodromiche signora, vuole andare a casa?” … ” ma guardi dottore se non le spiace io vorrei restare qui per stare più tranquilla” . Mi guarda un po’ perplesso e asseconda la mia scelta .. “vada a riposarsi la notte è lunga e il travaglio anche “…
Si certo … mi cambio , mi metto sul letto… aia, aia ho male … ho sete e mi scappa la cacca …. ore 4:02 ho partorito sul lettino del monitoraggio questa volta è Samuel che fa la sua entrata e la fa in grande stile , si attacca subito e in maniera vorace e praticamente non si stacca più e  per tutto il periodo del ricovero non ho dormito nulla , tant’è che la montata mi arriva in ospedale il secondo giorno !
Siamo a casa , tutto fila liscio, il grande è contento è arrivato il fratellino , la mamma è lì con lui …
Però qualcosa non va , ho male ai capezzoli… perché ?
Sono spaccati , mi fa male se lo attacco , mi esce sangue . Cosa faccio?
Va beh domani ho la visita di controllo mi faccio dare un occhio dalle ostetriche ..
“Ma no , stai tranquilla magari è un po’ rosso perché lui ciuccia in maniera vorace vedrai che passa , metti un po’ di lanolina” ok me ne vado ma ho ancora dubbi , non sono convinta è strano sto seno è rosso , dolorante e il capezzolo è il doppio dell’altro.
Su Facebook c’è un gruppo di mamme della mia zona , provo a chiedere … mi consigliano subito tutte MONICA BIELLI , è una consulente professionale in  allattamento IBCLC ….
Pensare che non sapevo nemmeno che esistesse come professione ,( non si finisce mai di imparare )!!
La contatto , ci scriviamo e capisce al volo che qualcosa non va !
C’è sicuramente un ingorgo in corso quindi  ghiaccio subito e tiralatte per svuotare  e preghiamo insieme che non mi venga la febbre. Fortuna vuole che tutto passa … Ma io dal mio canto avevo commesso un errore gravissimo e per lasciare tregua ai miei capezzoli, il latte tirato glielo avevo dato nel bibe…
Samuel non si attacca più  perché ???
Chiamo Monica di corsa …
mi “tira le orecchie” perché in quel modo l’ho mandato in confusione  ma non c’è tempo per le “prediche” e mi dice  “vai in camera da letto , luce soffusa, stufetta che sbuffa aria calda e nudi entrambi , ricostruite il pelle a pelle ” o la va o la spacca…..
3 ore  e succede il miracolo  si attacca di nuovo ! Tiro un sospiro di sollievo  ed esclamo Monica:- sei una santa ! Non smetterò mai di dirti grazie  ci vediamo nei giorni successivi  e durante la sua consulenza ci guarda e non ha niente da aggiungere “siete perfetti così … andate benissimo ” ha aggiunto anche che se nascevo negli anni 60 sicuramente avrei avuto un lavoro come balia una mucca a confronto mi fa un baffo …
200 g a settimana fa su il torello e ad oggi sono 5 mesi di puro amore e  66 cm per 8,500 kg !
grazie Bielli sei una persona fantastica, ami il tuo lavoro , la tua famiglia vera e quella “adottiva” eh si perché hai tantissime figlie e una marea di nipoti acquisiti …
Sei unica ♥️ ti voglio bene .