…ci portiamo ancora dietro la sua mano sul mio collo…. Nessuno sa che questo è il nostro ricordo d’amore….

14 mesi di amore liquido…

Ho due splendide bambine. Quando è arrivata Silvia è nata anche la sua mamma. Ero lontana da casa a 25 anni in una città come Roma con la sola consulenza di un ostetrica che purtroppo non ha saputo come aiutarmi. Ho vissuto una storia di allattamento da incubo. Dopo un paio di giorni dalla nascita della mia cucciola ho iniziato a sentire fortissimi dolori durante e dopo la suzione. È difficile spiegare l’entità di quel dolore agli altri.

Credevo di essere preparata sull’argomento ma nessuna delle mie conoscenze mi ha aiutata. In un momento così delicato mi sono sentita fallita… anche mio marito mi diceva “provaci finché ce la fai perché anche un solo giorno di latte è importante” quindi per 40 giorni ho accolto con un pianto ogni risveglio di mia figlia perché subito dopo ci sarebbe stata una poppata. Ho provato vari rimedi credendo fosse mughetto. Ad oggi non so ancora quale  fosse la causa di tanto dolore. Quando ho iniziato ad accettare di poter usare latte artificiale la mia bambina lo rimetteva subito e via con un’altra poppata, un’altra delusione e un altro dolore. Mi sentivo chiusa in una gabbia, spogliata della mia intimità perché ero costretta a lasciare spesso il seno scoperto per via dei dolori.

Per fortuna alla fine ho trovato il giusto latte artificiale e ho chiuso quel capitolo. Da quel momento sono rinata e anche mia figlia per me ha avuto una seconda nascita.
Tuttavia ho sempre sentito come un tasto dolente questa storia risuonare nella mia mente. Quando ho saputo di essere in attesa di Sara ho focalizzato tutta la mia attenzione proprio sull’ allattamento. Non mi sembrava giusto rinunciare a qualcosa di così importante. Confrontandomi con mia cognata ho scoperto un gruppo facebook fantastico ( SOS ALLATTAMENTO per mamme della zona Valle Belbo, Alessandrino , Albese ) guidato da Monica Bielli. Un gruppo che mi ha aiutata davvero tantissimo a prepararmi a questo momento superando tutti gli stereotipi che girano su internet e i luoghi comuni. Ho letto avidamente ogni post.  Ovviamente le piccole difficoltà non sono mancate ma con numerose certezze ho potuto proseguire il nostro cammino di amore liquido ed essere io stessa guida per altre mamme. È stata un’esperienza totalmente diversa dalla prima. Ormai la mia piccola ha 3 anni ma di quei 14 mesi di allattamento ci portiamo ancora dietro la sua mano sul mio collo. Nessuno sa che questo è il nostro ricordo d’amore.